Storie di vita in palestra – 5

C’eravamo lasciati a marzo, con 2 cm in meno su tutto il corpo, tette comprese.
Da quel 20 marzo ad oggi, la vita in palestra è andata avanti, giorno dopo giorno, settimana dopo settimana. Dopo aver finito i 3 mesi di lezione, ho deciso di non fermarmi e di continuare ad allenarmi, da sola e con l’aiuto del personal trainer. Lezioni ad orari improbabili (quanto meno per la mia pigrizia), boot camp sotto il sole, all’aria aperta, affiancati da giri in bicicletta e lunghe passeggiate. Pesi sempre più carichi, resistenze messe sempre più a dura prova, la fatica che a volte non si sente, forte di quei muscoli che vengono fuori, e che altre volte invece si fa sentire più che mai, perchè evidentemente c’è altro ancora che deve uscire (e non parlo della seconda ernia lombare, parlo di forza, volontà e grinta).
Dunque, martedì scorso io ed il caro personal trainer ci siamo salutati, ma non è stato un addio, solo un arrivederci a settembre. Un prendere di nuovo le misure per fare un confronto fra cm e kg, fra massa grassa e massa muscolare etc. etc…In realtà, per quanto duro sia stato l’allenamento martedì (paragonato solo alla durezza della prima lezione), più che un “arrivederci” sembrava una minaccia della serie: vedi che devi fa.
Ok, non sono matta. Qualcuno davanti a queste parole storcerà il naso, cambierà pagina da leggere, semplicemente penserà che sono un’invasata. La verità è che tutti abbiamo il diritto di fare ciò che ci fa stare bene e soprattutto abbiamo il diritto di stare bene. Due anni fa, dopo 4 mesi di sofferenza, mi sono operata alla schiena per levare un’ernia lombare, ernia che mi ha tenuta inchiodata a letto, prima e dopo l’operazione.
Ho pensato che a 24 anni non era giusto stare così, che le scarpe da mia sorella o chi per lei me le farò allacciare molto più in la nel tempo, che nessun medico potrà più dirmi all’alba di una partenza “rimani a casa” (anche se ho fatto di testa mia, ma questa è un’altra storia), che se proprio devo metterci buoni 10 minuti per mettermi dritta con la schiena, questo potrà accadere solo dopo gli 80 anni, che imbottirsi di antidolorifici dalla mattina alla sera è una cosa che non farò più nella mia vita, ma soprattutto che se è vero che in parte è colpa della natura, è vero anche che in parte è colpa nostra: una vita sedentaria, una cattiva alimentazione, fare cose sbagliate, non curarsi degli effetti che possono avere sul nostro corpo determinate scelte ed azioni. E l’ernia è stata solo la goccia che ha fatto traboccare un vaso strapieno di cose che non andavano, dentro e fuori di me.
Da qui la decisione di:
1. mettersi a dieta
2. fare attività fisica
3. rinforzare il rinforzabile
E posso dirvi che questa è stata una delle decisioni più sagge mai prese in vita mia, al di la dei risultati che ci sono e si vedono. Mi sveglio e sto bene, mi piaccio, mi sento forte, e non è più solo una questione legata all’aspetto. Ho una nuova consapevolezza di me stessa, del mio corpo ma soprattutto della mia forza interiore, che per una persona che è insicura di natura, è veramente importante.
E io ve lo ripeto: non è facile, non è una passeggiata, non è roba da fare ad occhi chiusi, l’attività fisica richiede impegno e forza, ma se fatta bene, tira fuori il meglio di noi ed una volta iniziata, non si torna indietro.

878

“Mens sana in corpore sano” e non c’è nulla di più vero.
Ed io ancora ringrazio chi crede in me, chi (magari inconsciamente) mi ha messo su questa strada.
E ringrazio me stessa, perchè ho iniziato a volermi bene.

Stay tuned e stay strong.

P.s.: volete sapere come è iniziato tutto questo?
Ecco i precedenti post:
Leggerezza
Storie di vita in palestra
Storie di vita in palestra – 2 
Storie di vita in palestra – 3 
Storie di vita in palestra – 4 

By | 2016-10-17T16:38:31+00:00 agosto 5th, 2014|Sport|13 Comments

13 Comments

  1. RocknGiu agosto 5, 2014 at 9:00 am - Reply

    Che ti devo dire.. Sei un esempio per tutti! Bravissima! Adoro seguire i tuoi progressi perché sei di aiuto e supporto, grazie cara :**

    Rock'n'Giu Blog
    Rock'n'Giu Facebook

    • Lulu agosto 6, 2014 at 8:35 am - Reply

      Mi fa piacere, davvero!!!
      Un bacione!!

  2. Roberto "Cleaned" Pulito agosto 5, 2014 at 1:11 pm - Reply

    Vai così. Ormai sei stata contagiata dal morbo del fitness. Non ti fermi più 😉

    • Lulu agosto 6, 2014 at 8:35 am - Reply

      Assolutamente no! Avanti tutta!!! 🙂

  3. Dany M agosto 5, 2014 at 3:06 pm - Reply

    Mi piace 🙂 io ho sempre amato fare sport, è una delle ose che ti fa star meglio in assoluto! Vai avanti così 🙂

    • Lulu agosto 6, 2014 at 8:35 am - Reply

      Condivido in pieno!!!
      Un bacione!

  4. Fabiola Tinelli agosto 5, 2014 at 6:32 pm - Reply

    Bravissima, ti sei buttata a capofitto e con costanza, non è da tutti! E poi le soddisfazioni ci sono, quindi vai avanti e non mollare!!

    • Lulu agosto 6, 2014 at 8:37 am - Reply

      Non mollo, mi prendo solo qualche settimana di pausa!! 😉

  5. Maddalena Apa agosto 6, 2014 at 7:42 am - Reply

    davvero complimenti! spero di riuscire a prendere spunto e migliorare le mie abitudini….

    http://www.welovefashion.it

    • Lulu agosto 6, 2014 at 8:40 am - Reply

      Me lo auguro per te!! Dai dai dai!!!

  6. Silvia agosto 6, 2014 at 11:41 am - Reply
  7. Lia Zaccariotto agosto 28, 2014 at 7:23 am - Reply

    Non potrei vivere senza l'attività fisica. Ne sento i benefici immediati, fisici e mentali. E diventa una dipendenza.
    Continua così e rileggi le tue parole nei momenti più duri 🙂
    http://thehipthing.blogspot.it

    • Lulu agosto 29, 2014 at 9:08 am - Reply

      Hai ragione. Non vedo l'ora di ricominciare!!!
      Un bacione!!!

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.