Storie di vita in palestra – come tutto è iniziato.

Spesso su questo blog ho parlato delle mie disavventure in palestra, fra mission impossibile, voglia di fare, fatica e risultati. Tante volte ho parlato di quanto sia importante per me l’attività fisica, ma se ci penso, non ho mai parlato di perchè sia arrivata a pensarla così, cosa mi ha spinto a volermi migliore e per quale motivo tengo alla forma fisica. Se ci penso bene, non c’è una ragione ben precisa, è stata forse un’intrecciarsi di eventi e situazioni, scaturiti tutti insieme nel momento giusto. Ci sono però dei momenti ben precisi che segnano i punti di partenza, e non quelli della “rinascita”, bensì quelli della caduta, perchè per rialzarsi bisogna prima cadere, e su certe cose spesso siamo così testardi che per imparare a volerci bene, dobbiamo prima farci molto male. A marzo del 2012, più di due anni fa, dopo mesi di continui fastidi alla schiena e alla gamba sinistra, scopro di avere due ernie del disco. La notizia non mi destabilizza più di tanto: in famiglia quasi tutti hanno problemi di schiena, io sono molto alta e al tempo ero anche parecchio sovrappeso (più di 20 kg in più rispetto al mio peso ideale). Quello che mi stupisce è che le ernie sono due e soprattutto che una delle due è già espulsa dai dischi. “Di ernia non operano più nessuno”, così mi disse il dottore dopo la risonanza magnetica ed io tirai un bel sospiro di sollievo, per ritrovarmi dopo 20 giorni in una sala operatoria, a ridere come una scema per l’effetto dell’anestesia totale, roba che sembravo ubriaca come non mai. Non saprei dire se sono stati peggio i mesi prima o quelli dopo l’intervento. Ammetto di non essere mai stata una persona dinamica, ma sentirmi limitata fisicamente è una cosa che mi rende molto triste ed anche molto rabbiosa. Per mesi non ho potuto fare altro che stare seduta o sdraiata, in preda al dolore (perchè sembra strano ma è così, l’unico beneficio per le ernie è quello di muoversi, ma allo stesso tempo si è completamente bloccati), una gamba priva di qualsiasi sensibilità (e questo è uno strascico che mi porto dietro anche oggi), un busto che mi ha fatto compagnia per tre mesi, non poter guidare, non poter uscire di casa e via dicendo. Una ripresa molto lenta che solo dopo 8 mesi dall’operazione ha portato i suoi benefici. E li qualcosa ha iniziato a muoversi. Quando dopo tempo ti risenti in forma, padrone del tuo corpo e della tua salute, dopo che per mesi hai pagato lo scotto un pò della natura ma anche della tua superficialità, la decisione di volersi migliore è un passo veramente breve. 20 kg in sovrappeso, un corpo da cambiare e tonificare, ma soprattutto la voglia di stare bene. La decisione è scattata il 2 gennaio del 2013: anno nuovo, vita nuova. Primo step: dieta, che si è poi trasformata in un regime alimentare più sano ed equilibrato. Di diete ne abbiamo fatte tutti tante, non nego la difficoltà di certi giorni, fondamentalmente perchè a ma piace mangiare, ma proprio tanto, e ci sono stati giorni in cui avrei mangiato anche qualche persona per il nervoso. Ma tanti sacrifici hanno portato anche a dei buoni risultati: nel giro di 6 mesi ho perso 12 kg ed ho iniziato a sentirmi meglio. Il tutto è sempre stato affiancato da un pò di sport, il nuoto, l’unica cosa che la mia schiena, ancora in ripresa, era in grado di sostenere. Secondo step: fisioterapia. Nonostante l’operazione abbia portato i suoi benefici, il corpo ne ha molto risentito, ecco perchè mi sono affidata alle mani di una fisioterapista, che è riuscita a raddrizzare le ossa e allo stesso tempo rinforzare le fasce muscolari. Vi assicuro che anche la fisioterapia non è una cosa facile, perchè anche qui, per tornare a stare bene prima devi stare male e di mali e fastidi ce ne sono stati parecchi. Terzo step: l’attività fisica. Dopo qualche mese di palestra ed il calo del peso che si era assestato, ho iniziato a lavorare con un personal trainer. E qui sono iniziate le mie vicissitudini in palestra: sudore, fatica, sorrisi, lacrime, sforzi, rabbia, compiacimenti, felicità, forza. L’attività fisica riesce a tirare fuori fragilità e forze che neanche tu sai di avere, aiuta l’autostima, aiuta a tirare fuori la grinta in tante altre cose della vita.

955

Oggi, da quell’aprile 2012, peso 23 kg in meno, ho un corpo più asimmetrico, 4 taglie in meno, qualche muscolo in più ed una nuova consapevolezza: se vuoi, puoi. Tutto. Puoi riprendere la tua vita in mano, puoi volerti e farti del bene, puoi arrivare dove mai avresti anche solo immaginato. E soprattutto: puoi fare sempre di meglio di ciò che credi, e alla fine, anche qui, è l’amore, sempre lui, quello che manda avanti tutto.

Stay healthy, stay strong.
Stay tuned.

 

By | 2016-10-17T16:37:30+00:00 ottobre 24th, 2014|Sport|24 Comments

24 Comments

  1. Una macedonia di parole ottobre 24, 2014 at 10:09 am - Reply

    Che bello questo post! Hai ragione, volere è potere!
    http://www.unamacedoniadiparole.blogspot.it/

  2. franci s. ottobre 24, 2014 at 11:42 am - Reply

    gli sforzi alla fine vengono sempre ricompensati, complimenti!
    Hai proprio ragione, se prima non si cade non ci si può rialzare più forti di prima, certo ci eviteremo tanta fatica ma è più forte di noi, sull'arrivare a volersi bene io ci stò ancora lavorando, dev'essere una bella sensazione!

    • Luisa C. ottobre 27, 2014 at 2:51 pm - Reply

      E' una sensazione che non finisce mai, perchè di volerci bene e volerci migliori non dobbiamo mai smettere!
      Un bacione!

  3. Erika Serena from ottobre 24, 2014 at 1:05 pm - Reply

    Wow, complimenti!!
    Ammiro davvero la tua forza di volontà… voglio un po' della tua forza in questo periodo in cui sento davvero giù ahimè!
    Bravissima!!!
    Erika

    • Luisa C. ottobre 27, 2014 at 2:52 pm - Reply

      Dai Erika! DAI DAI DAI!!!!!
      Ti abbraccio forte!

  4. Cristina P ottobre 24, 2014 at 1:56 pm - Reply

    Complimenti per questa bella super ripresa, bisogna amare prima di tutto noi stessi e tu hai dimostrato di volerti bene e di avere la determinazione per farcela!
    (anch'io da qualche anno sono palestra-dipendente, se non vado cado in depressione! 😉

    • Luisa C. ottobre 27, 2014 at 2:53 pm - Reply

      Ecco siamo in due! Nonostante certe volte la pigrizia sia tanta, non mi pento mai delle mie scelte!
      Un bacione!

  5. Eleonora Marini ottobre 24, 2014 at 2:26 pm - Reply

    Ho letto questo post tutto d'un fiato… Mi hai fatto quasi uscire la lacrimuccia Lu!!!
    Volere è potere e tu sei bellissima, dentro e fuori.

    The Princess Vanilla

    • Luisa C. ottobre 27, 2014 at 2:54 pm - Reply

      Così la lacrimuccia la fai uscire te a me! 🙂
      Un bacione tesoro!

  6. Donatella G. ottobre 24, 2014 at 2:52 pm - Reply

    Ciao lulu, quando mi avevi raccontato per sommi capi del tuo problema di schiena non avevo capito cosa c'era stato dietro e poi "avanti". Sono fiera della capacità che tu hai avuto per riprendere in mano le redini della tua salute e ricostruirla!
    Bravissima amica mia!

    • Luisa C. ottobre 27, 2014 at 2:55 pm - Reply

      Grazie mille!!! Davvero 🙂 Mi fa piacere condividere questo qua, magari può essere da stimolo per qualcuno 🙂
      Ti abbraccio forte!

  7. Sara Savarino ottobre 24, 2014 at 6:23 pm - Reply

    Lulu non ci crederai, ma due anni fa anche in me qualcosa è cambiato! L'attività fisica è entrata nella mia vita, in particolare la corsa, che mi ha dato tante soddisfazioni! Dal fiato durante l'esercizio alla carica e all'autostima! E sono qui che ti scrivo, anche io, con un bel po di chiletti in meno! (Tra l'altro anche io ho parlato di questo argomento tra i miei vecchi post!)
    Un bellissimo post, ti da la carica! Sempre bello leggeri! Un bacioneeee :))))

    • Luisa C. ottobre 27, 2014 at 2:57 pm - Reply

      Grazie mille Sara 🙂 ti credo eccome, superato il primo blocco (che tante volte è quello della forza di volontà), certe cose iniziano a far parte di noi e non possiamo più farne a meno, specie se ci fanno stare meglio!
      Un abbraccio grande!

  8. Fabiola Tinelli ottobre 24, 2014 at 6:50 pm - Reply

    Addirittura le ernie? Ma cavolo sei giovanissima! Hai fatto proprio bene a impegnarti e comunque anche io, fino a tre anni fa, non facevo assolutamente nulla (a parte sollevamento borse durante i saldi) ma poi ho scoperto la Zumba! E se non la faccio mi manca! Bellissimo post Lulu, buon week-end!

    • Luisa C. ottobre 27, 2014 at 2:58 pm - Reply

      Ah ecco, di sollevamento borse (anche fuori dai saldi) sono sempre stata una specialista…ecco perchè mi sono venute le ernie! ahahahah!
      un bacione!

  9. E. ottobre 25, 2014 at 8:29 am - Reply

    Che bella storia! Ti ammiro molto Lulu, hai avuto il grande coraggio di prendere in mano la tua vita e di portarla nella direzione giusta per te.. complimenti 🙂
    Ti abbraccio forte, a presto

    • Luisa C. ottobre 27, 2014 at 2:59 pm - Reply

      Io abbraccio forte te e ti ringrazio!

  10. Memole Mem ottobre 26, 2014 at 4:31 pm - Reply

    Il mio è stato un percorso diverso dal tuo…Ma caduta in basso è stato il primo passo per ricominciare a voler bene a me stessa…E' stata decisamente terapeutica…E ora non ne posso fare a meno…Io: l'antipalestra per eccellenza…

    • Luisa C. ottobre 27, 2014 at 3:00 pm - Reply

      Ah, lo ero anche io se ti consola 😉
      Un bacione!

  11. davvero complimenti.
    sei una grande

    http://www.nonsidicepiacere.it

  12. Manuela Vitulli ottobre 27, 2014 at 12:58 pm - Reply

    complimenti! Vorrei avere la tua stessa determinazione! Spero di farcela 🙂

    • Luisa C. ottobre 27, 2014 at 3:01 pm - Reply

      Ce la farai sicuramente! Se vuoi puoi!
      Un bacione!

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.