In viaggio: mangia, prega, ama.

Finalmente sono in viaggio.

Forse vi sarà capitato di vedere il film interpretato da una (sempre) meravigliosa Julia Roberts e magari qualcuno di voi avrà anche letto il libro di Eizabeth Gilbert. La storia parla di una donna, Elizabeth, che a tre anni dal suo divorzio e dopo un’appassionata quanto contorta storia d’amore, decide di abbandonare le proprie certezze (lavoro compreso) per intraprendere un viaggio intorno al mondo. Italia, India ed Indonesia saranno i luoghi dove imparerà l’arte del mangiare, la sacralità della preghiera e l’infinito viaggio dell’amore.

Eccomi.

Per carità: non sono mai stata sposata nè divorziata. Non ho a disposizione un anno nè ho la possibilità di girare il mondo come vorrei, ma in questo momento mi sento molto Elizabeth. Non che io debba imparare cosa sia l’arte del cibo (tutt’altro), non smanio dalla voglia di chiudermi nella preghiera (anche se, a sorpresa, è una cosa che ho sentito molto più mia nelle ultime settimane) e per l’amore…bè, per l’amore chi lo sa.

Però sento il bisogno di allontanarmi da qualche certezza: da un posto che sia casa e che sia condiviso con qualcuno. Dagli abbracci e le parole delle persone che fanno parte di ogni mia giornata. Di evadere, con la testa e con il corpo, dalla mia quotidianità.

mangiapregaama

Tante volte ho sognato un piccolo viaggio da sola, Parigi e Londra sono le mete più gettonate dei miei viaggi solitari, ma fino ad oggi sono rimasti sempre e solo sogni. Perchè il tempo da dedicare ai viaggi non è un tempo eterno (non ancora) e perchè quando ti trovi a dover scegliere in due, difficilmente riuscirai a scegliere solo per te.

Ma la vita mischia sempre le carte in tavola e penso che ti porti la dove tu mai ti saresti immaginato.

E quindi, dopo aver mandato all’aria i progetti a due, per la prima volta dopo tempo mi ritrovo sola con me stessa a decidere cosa fare. E non potevo scegliere momento migliore per decidere di regalarmi qualche giorno fuori casa con la sola compagnia di me stessa. Dopo tanto riflettere ho deciso che la meta dei miei 3 giorni in solitaria sarà la Toscana: la Val D’Orcia, Siena, Firenze e qualche altro posto nei dintorni faranno da scenario al mio primo (piccolo e breve ma pur sempre bello) viaggio in solitaria.

6d4002f71ad74ff5450766c7b8d0b8b5

Eh si: non sarò mai stata sposata nè divorziata, non ho tantissime certezze da mandare all’aria in questo momento, la Toscana non è dall’altra parte del mio mondo. L’arte del cibo mi scorre nelle vene, la sacralità della preghiera alle volte già mi sfiora, l’amore in questo momento è un porta socchiusa. Ma io sono pronta a partire.

Insieme ad un bagaglio fatto di sogni e speranze.
Con sempre quella voglia di perdersi per ritrovarsi.
Accompagnata dalla fame (metaforica e non) per le cose nuove e belle.

Con me stessa, che oggi amo un po’ di più.

Stay tuned!

Credits: Google Images – Pinterest 

By | 2017-07-25T10:02:13+00:00 luglio 25th, 2017|Diary|3 Comments

3 Comments

  1. Bobina luglio 25, 2017 at 2:09 pm - Reply

    have a nice time with yourself 😉

  2. Francesca luglio 27, 2017 at 4:29 pm - Reply

    amo questo film 🙂 divertiti bene!

  3. Luna agosto 8, 2017 at 2:03 pm - Reply

    Buon viaggio e goditi le vacanze!
    Bacione e buona giornata! :*
    Luna
    http://www.fashionsnobber.com

Leave A Comment