Un soggiorno al Valdirose

Non ricordo quando e come ho scoperto il Valdirose.

Forse girovagando su Instagram mi sono imbattuta nel profilo di Irene Berni, scoprendo così il suo blog, dal quale ho scoperto le sue foto, dalle quali ho scoperto il suo B&B.

Quando questa estate ho deciso che sarei partita per la Toscana, subito ho pensato con fermezza che sarebbe stato il Valdirose il mio rifugio per la notte. E permettetemi di dire che ad oggi credo che questa sia stata la scelta più sensata in tutto il corrente anno.

Il Valdirose è un B&B che si trova in Toscana, a Lastra A Signa, vicino Firenze. E’ gestito da Irene e la sua famiglia, ed è semplicemente un luogo dove ritrovarsi e ritrovare: l’amore per la semplicità, la bellezza del buongusto, l’incanto dell’eleganza soave, la sconfinata serenità che si cela dietro la lentezza di chi decide di godersi ogni cosa, anzichè viverla con fretta come troppo spesso invece siamo abituati a fare.

Le camere

4 camere più una suite, ecco la capienza del B&B. Io ho soggiornato nella stanza Segreti, stanza dove ho lasciato un pezzo di cuore. Un letto magnifico dove ho passato ore di sonno serene, una finestra vista giardino dalla quale il primo giorno ho visto una bellissima alba, un grande specchio in cui guardarsi, un arredo tanto semplice quanto bello. E sono certa che altrettanto belle siano le altre stanze.

Dettagli interni ed esterni

Tanto all’interno quanto all’esterno, ogni dettaglio è curato più che mai. Salendo le grandi scale che portano al piano superiore, si arriva ad una graziosa terrazza con vista sul giardino, ma ancor di più con vista di una non troppo lontana Firenze. La prima sera, prima di andare a dormire, mi sono concessa qualche minuto di silenzio rotto solo dal suono delle cicale, nel buio rischiarato dalle luci delle candele accese. Un momento di pace senza uguali.

La parte della veranda è anche questa curata in ogni minimo dettaglio ed ogni angolo è una fonte di ispirazione continua, tanto fuori quanto dentro.

La colazione

Ed eccoci alla mia parte preferita: la colazione.

Sono sempre stata una grande appassionata di colazioni, tanto a casa quanto fuori. Perchè è il pasto pià importante della giornata, perchè è il momento in cui dopo il torpore della notte ci si riconnette con se stessi e con il mondo intero, perchè ognuno di noi dovrebbe avere la possibilità di concedersi di tanto in tanto lunghe colazioni lente e ricche. E io, in questo senso, ho trovato il paradiso.

Non saprei dire cosa fosse più gratificante (per gli occhi ma non solo) fra l’apparecchiamento e il contenuto della colazione. Anche qui, nulla è lasciato al caso. Tazze di porcellana (ritengo Irene e la sua famiglia responsabili della mia nuova mania verso le porcellane), piattini e fiori. Marmellate e torte fatte in casa, la famosa e buonissima granola di cui mi sono innamorata, pane caldo, frutta fresca, latte e caffè. Il tutto in una cornice fatta di accoglienza calda, luce, aria addosso e soavi chiacchiericci. Un pensiero che mi fa sorridere solo al suo ricordo.

Due giorni al Valdirose mi hanno riconnesso con il mondo ma ancor di più con me stessa. Una me che avevo perso un pò di vista e che con stupore ed infinito piacere ho ritrovato.

Grazie ad Irene, Paolo e Giovanni per la gentilissima ospitalità. E grazie alla bellezza di questo posto.

Vi lascio di seguito tutti i riferimenti di Irene e del Valdirose:

SITO WEB VALDIROSE 
SITO WEB IRENE BERNI
BLOG VALDIROSE
PROFILO INSTAGRAM 

Stay tuned!

By | 2017-09-15T14:21:27+00:00 settembre 15th, 2017|Italia, Travel|2 Comments

2 Comments

  1. francesca settembre 15, 2017 at 6:52 pm - Reply

    Grazie Luisa per i tuoi consigli. Buona serata. Bacioni

  2. Francesca settembre 18, 2017 at 11:38 am - Reply

    il posto magnifico!
    buona settimana! 🙂

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.