Altezza mezza bellezza

Ho sempre vissuto male la mia altezza.

Da che ho memoria sono sempre stata alta, molto più della media. Fin dall’asilo sia io che la mia gemella siamo sempre spiccate su tutti gli altri compagni della classe per la nostra altezza. Sempre alte, sempre fuori misura, dando sempre molto nell’occhio. Questa cosa mi ha sempre infastidito.

Mia mamma mi ha raccontato che fin da piccola ho letteralmente sofferto per questa storia dell’altezza (a dire il vero  questo non me lo ricordo, e allora mi chiedo quanto fosse vera tutta questa sofferenza), però ricordo bene i tempi delle medie e del liceo: tutte le mie amiche, ma anche ragazze e donne più grandi di me, bramavano la mia altezza, ripetendomi il solito motivetto “altezza mezza bellezza”.
La mia risposta è stata sempre la stessa: se potessi levarmi qualche centimetro, lo farei ad occhi chiusi.

+

Perchè?

Perchè mi sono sempre sentita diversa, mi sono sempre sentita in un certo senso troppo quando avrei sempre voluto essere meno, sempre sopra, sempre spiccata, sempre alta, sempre tanta. Non è facile da spiegare, ma in effetti quando tutto ciò che vorresti è solo essere notata il meno possibile, 181 cm di altezza non giocano mai dalla tua parte. Quando ero piccola non potevo avere le Lelly Kelly perchè magari arrivavano massimo al numero 35, e io già a 8 anni portavo il numero 37, e in un qualche modo mi sentivo fuori dalla cerchia di un mondo fatto di bambine con le scarpe belle e colorate solo perchè ero alta e avevo un piede fuori misura per la mia età. Crescendo ho fatto i conti con il fatto che non tutti i ragazzi sono alti, ma se questo adesso non è fra le cose principali che cerco in un uomo, per un periodo mi ha fatto stare male, e tanto. Ho iniziato ad amare i tacchi, ho comprato improbabili scarpe dall’altezza vertiginosa (12 e addirittura 18 cm) per sentirmi più donna, con il risultato che l’unica cosa che mi sono sentita di più del normale è stato il senso di essere fuori luogo. Mi sono sentita dire che la mia altezza è stata una delle cause scatenanti che mi ha portato ad essere operata di ernia del disco a 24 anni e ammetto anche che il mio essere alta è sempre andato a braccetto con il mio essere grossa, e forse per questo in tutta questa altezza non ci ho mai visto neanche l’ombra della bellezza.

Ma in ogni storia che si rispetti arriva sempre un “poi”.

Poi ho imparato ad accettare la persona che sono, nonostante tutt’oggi viva ancora dei giorni dove tutto questo spiccare mi da molto fastidio. Ho capito che se l’esser grossa è una cosa modificabile, l’essere alta è una cosa che mi appartiene da sempre e per sempre lo farà. Ho cominciato ad accettarmi per quello che sono e a valorizzarmi per questo. Dopo l’operazione alla schiena e un mese di busto ho addirittura assunto una postura che mi ha reso più alta, e le parole di alcune persone mi hanno aiutato a valorizzare questo aspetto. Ho rinunciato ai tacchi (almeno a quelli eccessivi) per fare spazio a scarpe che mi valorizzino senza rendermi ridicola. Ho accantonato il desiderio dei ragazzi alti (che per la cronaca ho avuto, e sempre per la cronaca si sono rivelati essere tutti dei grandissimi stronzi). Cammino a testa alta, con fare maestoso (quando mi ricordo che in effetti sono anche questo), senza vergogna di quello che sono.

Ma in fondo credo che questo nulla abbia a che fare con l’essere alti.

Passa tutto per la testa, ma anche – e sempre – per il cuore. Quel cuore che ci permette di accettarci, amarci e volerci bene per quelli che siamo, sia che i centimetri siano 140 sia che siano 180 e passa. E questo vale per ogni cosa che passa sotto l’insieme dell’aspetto fisico.

Non è l’altezza a fare la mezza bellezza.
E’ la sicurezza che è dentro di noi, l’amore che sappiamo donarci e il sentirsi apprezzati ed amati perciò che si è

Stay tuned,

By | 2017-10-04T14:39:31+00:00 ottobre 4th, 2017|Diary|2 Comments

2 Comments

  1. Luna ottobre 9, 2017 at 11:17 am - Reply

    Ho vissuto e vivo le tue stesse cose. Anche io sono sempre stata la più alta e sostanzialmente lo sono ancora. Pensa che mi sono sempre fatta più amici uomini anche per questo. Almeno mi sentivo più alla loro “altezza”. 😉
    E il detto “altezza metà bellezza” sinceramente non ha mai fatto effetto su di me, è un po’ come la magra consolazione di quello “nella botte piccola ci sta il vino buono”. Capisci cosa intendo? Poi ognuno ovviamente deve imparare a convivere con le sue caratteristiche e quindi ce ne facciamo una ragione ma se potessi togliermi 5 cm lo farei anche io molto volentieri.
    Bacione e buon inizio settimana! :*
    Luna
    http://www.fashionsnobber.com

  2. Francesca ottobre 23, 2017 at 8:33 am - Reply

    Io, invece,avevo il problema opposto, da sempre volevo essere più alta e fare la modella ma ho l’altezza media e non sarò mai una modella allora ho dovuto accettare questo fatto e, diciamo, che sto bene.

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.